Google My Business, come creare post personalizzati
17 luglio 2017 Web Marketing 0 Comments

Google My Business, la novità dei post

Da qualche giorno è possibile pubblicare post attraverso il pannello di controllo di Google My Business. Chi utilizza Google My Business ha la possibilità di creare una scheda relativa alla propria attività Local che comprende, tra le altre cose, informazioni dettagliate su orari di apertura, settore di attività, oltre a recensioni e fotografie.

La scheda è visibile nel Knowledge Graph di Google, ovvero nella parte destra della SERP e, inoltre, in Google Maps. In questo modo è possibile che gli utenti visualizzano la tua attività Google My Business tramite ricerca diretta (digitando sul motore di ricerca il tuo nome e cognome o la ragione sociale dell’attività) oppure tramite scoperta, attraverso la ricerca all’interno di categorie, prodotti o servizi.

In altri termini, ricercando una determinata attività di tipo Local su Google (es: pizzeria, anche senza specificare la localizzazione desiderata), la SERP molto probabilmente includerà un collegamento a Google Maps e, dunque, alle schede – rivendicate e verificate – delle attività in zona. Si capisce bene come, in un settore competitivo e ricco di opportunità come il Local, ottimizzare opportunamente la tua scheda Google My Business diventi vitale.

Oggi la creazione di post personalizzati incrementa ancor di più la possibilità di raggiungere il proprio pubblico e convertire. I post vengono visualizzati all’interno della scheda Google My Business, dunque nel Knowledge Graph, al di sopra della sezione Recensioni, oppure all’interno di Google Maps, come abbiamo già visto. Vista la natura prettamente Local della scheda Google My Business è bene sfruttare ciò per realizzare post accattivanti e che contengano una call to action molto precisa.

Ma prima vediamo come è possibile creare un post. È sufficiente cliccare su Post all’interno del pannello di controllo di Google My Business. Dopodiché potrai inserire un’immagine dal formato quadrato e scrivere un messaggio di lunghezza compresa tra 100 e 300 parole. È possibile definire un evento, con data e orario di inizio e fine, e creare una call to action (“aggiungi un pulsante”) a scelta tra Ulteriori informazioni, Prenota, Registrazione, Acquista e Salva offerta. Al momento non è possibile creare un post per determinate categorie e settori di attività, tra cui B&B e Hotel.

Come utilizzare, quindi, nel modo più efficace i post di Google My Business? Facciamo qualche esempio pratico: un ristorante potrebbe proporre un Post-evento per un particolare evento o ricorrenza e creare una call to action con il pulsante “Prenota” e link diretto al form di prenotazione. Un’agenzia viaggi potrebbe pubblicizzare gli sconti per una particolare categoria di utenti o una destinazione di viaggio e utilizzare il pulsante “Salva offerta” o “Ulteriori informazioni”. Un negozio di cibo per animali potrebbe decidere di promuovere una nuova marca di croccantini per cani sfruttando il pulsante “Acquista”.

Tenendo bene a mente il carattere prettamente Local dello strumento Google My Business sarà possibile definire, dunque, strategie di marketing ad hoc pensate per gli utenti che vivono o lavorano nei pressi dell’attività commerciale, sfruttando il web e il motore di ricerca per la promozione che, un tempo, veniva effettuata per lo più in modalità off line.

Salva

Tags:
Share: